Mercoledì - Prima settimana di Quaresima

A questa generazione non sarà dato che il segno di Giona.

Dal Vangelo secondo Luca (11,29-32)

In quel tempo, mentre le folle si accalcavano, Gesù cominciò a dire: «Questa generazione è una generazione malvagia; essa cerca un segno, ma non le sarà dato alcun segno, se non il segno di Giona. Poiché, come Giona fu un segno per quelli di Nìnive, così anche il Figlio dell'uomo lo sarà per questa generazione. Nel giorno del giudizio, la regina del Sud si alzerà contro gli uomini di questa generazione e li condannerà, perché ella venne dagli estremi confini della terra per ascoltare la sapienza di Salomone. Ed ecco, qui vi è uno più grande di Salomone. Nel giorno del giudizio, gli abitanti di Nìnive si alzeranno contro questa generazione e la condanneranno, perché essi alla predicazione di Giona si convertirono. Ed ecco, qui vi è uno più grande di Giona».

Parola del Signore

Una Parola...

Il tempo quaresimale è l'occasione per fare dei passi possibilmente significativi nel nostro modo di sentire e di relazionarci con il Signore. Oggi ci viene presentata la figura di Giona che -dopo un tempo di lotta con il Signore, anzi, di lotta a motivo della sua bontà e misericordia- annuncia l'invito del Signore alla conversione. Il Signore chiede a ciascuno di noi di percorrere questo cammino nel buio di noi stessi per leggere il "segno" della sua presenza.

Siamo chiamati ad essere sensibili ai segni che la vita mette sul nostro cammino, che magari non aspettiamo ma che sono lì per parlare a noi stessi. Come per Giona coloro per i quali doveva essere segno, diventano segno, così anche per noi...

Oggi lasciamoci toccare dai "segni" della presenza di Dio e diventiamo anche noi "segno" per coloro che avvicineremo.

Buona giornata!

... per crescere nella fraternità.

“Non disperarti, pensando di non poter cambiare te stesso dopo tanti anni. Entra semplicemente come sei alla presenza di Gesù. Tu non puoi renderti diverso. Gesù viene a darti un cuore nuovo, uno spirito nuovo, una nuova mente e un nuovo corpo. Lasciati trasformare dal suo Amore solo così sarai capace di ricevere il suo affetto nell’interezza del tuo essere.”
[H. Nouwen]
17 visualizações0 comentário

Posts recentes

Ver tudo

© 2019 Congregazione delle Suore di S. Marta Pastorale delle Vocazioni

Roma - vocazioni.ssmartaroma@gmail.com 

  • Telegram
  • Instagram Icona sociale