Venerdì della seconda settimana di Avvento

Non ascoltano né Giovanni né il Figlio dell'uomo.

Dal Vangelo secondo Matteo (11,16-19) In quel tempo, Gesù disse alle folle: «A chi posso paragonare questa generazione? È simile a bambini che stanno seduti in piazza e, rivolti ai compagni, gridano: Vi abbiamo suonato il flauto e non avete ballato, abbiamo cantato un lamento e non vi siete battuti il petto!. È venuto Giovanni, che non mangia e non beve, e dicono: È indemoniato. È venuto il Figlio dell'uomo, che mangia e beve, e dicono: Ecco, è un mangione e un beone, un amico di pubblicani e di peccatori. Ma la sapienza è stata riconosciuta giusta per le opere che essa compie».

Parola del Signore


Noi e la Parola

Il Vangelo di oggi ci ricorda che Dio ha inviato i profeti per preparare il suo popolo e nella pienezza del tempo, prima dell'arrivo del Figlio, ha inviato Giovanni in modo che il popolo si disponesse ad accogliere il dono di Dio. La presenza di Giovanni, infatti, doveva essere di aiuto per il loro discernimento, invece il cuore dei contemporanei di Gesù si chiude alla novità del Vangelo, così come i bambini di cui si parla non si è disposti ad assecondare altre voci, si fa fatica ad accogliere il nuovo, o si preferisce di rimanere nelle proprie posizioni.

Oggi il Vangelo ci invita a riconoscere l'opera giusta da compiere nel tempo appropriato, non come i bambini capricciosi, siamo in fin dei conti chiamati a "danzare al rito della sapienza di Dio". Perché se la rivelazione non è per noi armonia e ritmo che ci muove, non sarà mai nulla. Oggi lasciamoci interrogare su quanto siamo disponibili ai ritmi dell'amore di Dio. Buon cammino!


«Signore nostro Dio, noi ti aspettiamo:

non per toglierci dalle responsabilità

ma per riconsegnarci all’impegno,

non per svilire le cose che facciamo

ma per riconoscere in loro un grande valore,

non per farci consolare ma per apprendere

a consolarci gli uni gli altri».

(Padre Francesco de Luca)

27 visualizações0 comentário

Posts recentes

Ver tudo

© 2019 Congregazione delle Suore di S. Marta Pastorale delle Vocazioni

Roma - vocazioni.ssmartaroma@gmail.com 

  • Telegram
  • Instagram Icona sociale